“Prendo spunto dalla quotidianeità.
Le idee sono così confuse all’inizio.
Qualsiasi pezzettino di carta può andare bene per buttare giù l’idea.
Poi ti metti al computer e le idee prendono forma, ti rendi conto che stai imboccando la strada giusta.
Tutto si fa semplice ed estremamente veloce.
No aspetta mi serve una pausa.
Troppe idee tutte insieme, mi manca l’aria. Mangio qualcosa.
Ora torno lì e finisco il lavoro.”